Una gara senza fronzoli quella che ha visto il Nardo’ indiscusso protagonista contro il Sorrento diretta rivale per i piani alti della classifica

La vittoria, maturata in avvio di ripresa, dopo un primo tempo, tutto sommato equilibrato, veniva caratterizzata dal vantaggio del Sorrento al quanto d’ora con Liccardi, che materializzava un lancio lungo di Mezavilla e, forse in sospetta posizione , eludeva la trappola del fuorigioco del Nardò e solo soletto insaccava alle spalle di Milli incolpevole nella circostanza.

La rete del Sorrento che fino a quel minuto non aveva mai visto la meta’ campo granata scuoteva inesorabilmente i ragazzi di Mr. Danucci che raggiungevano il pareggio al 21’, sugli sviluppi di un calcio di rigore di Caputo respinto dal portiere rossonero Scarano. Sulla ribattuta era lesto Rimoli a pareggiare.

La gara filava liscia fino al termine del primo tempo con grande equilibrio in campo.

Il secondo tempo si apriva subito col vantaggio del Nardò, infatti AL 2′ minuto un cross dalla destra di Trinchera trovava puntuale alla conclusione Caputo che con il suo destro al volo superava Scarano e si insaccava nell’angolo basso del portiere.

La reazione del Sorrento non trovava sbocchi nella retroguardia del Nardò, con la squadra pugliese che ad 13’ segnava la terza rete con Tornros, pronto ad inserirsi nell’area rossonera sugli sviluppi di una punizione di Caputo dalla trequarti e battere di testa Scarano.
Al 20’ una bella azione di Cassata (subentrato in avvio di ripresa a Mancino) imbeccava Maranzino, ma il suo destro al volo non inquadrava lo specchio della porta di Milli. La gara molto intensa sotto il profilo agonistico, registrava una lunga sospensione al 32’, sempre nella ripresa, per un presunto errore nelle sostituzioni del Nardò, nel rispetto della presenza in campo degli Under. Almeno sei minuti di discussioni e conciliaboli tra l’arbitro Cosseddu ed un guardalinee. La gara riprende riservando una coda di 11’ di recupero.

Nel finale espulso Maranzino per il Sorrento per somma di ammonizioni.

Il Nardo’ batte quindi un coriaceo Sorrento dopo una gara giocata in maniera quasi perfetta ed insinuando addirittura la prima posizione distante solo ormai 1 punto e chissa’ se in settimana con la chiusura del calcio mercato la societa’ granata presieduta da Donadei pensi a rinforzare la compagine con l’acquisto di un paio di pedine che potrebbero innalzare ancora di piu’ il tasso tecnico della squadra puntando magari all’insperata promozione diretta in lega pro.

IL TABELLINO DELLA GARA

NARDÒ-SORRENTO 3-1
RETI: 15′ pt Liccardi (S), 21′ pt Rimoli (N), 2′ st Caputo (N), 13′ st Tornros (N)

NARDÒ: Milli; Trinchera, De Giorgi, Romeo, Nicolao; Cancelli, Lezzi (24′ st Potenza); Rimoli (32′ st Gallo), Massari (23′ st Valzano), Caputo (32′ st Scialpi); Tornros (23′ st Granado). A disp. Centonze, Palazzo, Politi, Lamacchia. All. Danucci.

SORRENTO: Scarano, Cesarano (29′ pt Basile), Fusco, Langella (42′ st Gargiulo Alf.), Mezavilla, Gargiulo Ale. (7′ st Cacace), Maranzino, Vitale (1′ st Camara), Cunzi, Mancino (1′ st Cassata), Liccardi. A disp. Oliva, Somma, Grimaldi, Procida. All. Fusco.

ARBITRO: Cosseddu di Nuoro (Guido-Tragni).

NOTE: Gara giocata a porte chiuse. Prima dell’inizio è stato osservato un minuto di raccoglimento per Mauro Bellugi, ex calciatore, scomparso nelle scorse ore. Espulsi: al 48′ st Maranzino (S) per doppia ammonizione. Recupero: 3′ pt, 10′ st. Al 21′ pt Scarano (S) respinge un rigore di Caputo (N).

PIERO ANTONACCI

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here