ESTATE SENZA STRESS, È PARTITO IL SISTEMA DI MOBILITÀ NELLE MARINE

0
76

Sosta tariffata, parcheggi di scambio e bus navetta per disincentivare l’enorme afflusso delle auto private nelle zone abitate e centrali del litorale durante la fascia oraria serale/notturna offrendo un’alternativa di mobilità sostenibile veloce e sicura e quindi per migliorare le condizioni di traffico e vivibilità delle marine per l’estate 2017.

 

Innanzitutto, è stato riattivato il servizio di sosta tariffata con parcometri a Santa Maria al Bagno e Santa Caterina e sarà attivo sino al 30 settembre. I parcheggi a pagamento, aboliti nel centro urbano, sono tornati così esclusivamente nelle due marine e solo per questo periodo limitato e avranno un costo di 1 euro all’ora (pagamento minimo 50 centesimi per trenta minuti). È contemplata la possibilità di usufruire di un pass gratuito per nucleo familiare (e relativo a una determinata vettura) residente in un immobile privo di box auto e/o garage e a condizione che lo stesso immobile di residenza sia ubicato sulle strade interessate dai parcheggi a pagamento e in corrispondenza degli stessi. Per i soli residenti in immobili non direttamente ubicati sulle strade interessate dagli stalli blu a pagamento, saranno contemplati abbonamenti mensili non frazionabili di 30 e 70 euro per tutta la stagione estiva. Per i soli proprietari di immobili, invece, abbonamenti mensili non frazionabili di 60 e 200 euro sempre per tutta la stagione estiva. Gli interessanti possono chiedere ulteriori informazioni e ottenere pass e abbonamenti rivolgendosi all’Ufficio Tecnico del Traffico comunale presso il Comando di Polizia Locale di via Crispi n. 99. La modulistica è disponibile anche sul sito web istituzionale al link https://goo.gl/72shGH.
Sul fronte parcheggi, è attivo il nuovo parcheggio gratuito di prossimità “Santa Maria Centrale” a Santa Maria al Bagno, con accesso da via Edrisi e via dei Benedettini (utilizzato anche come area mercatale), che dispone di 175 posti auto e di un passaggio pedonale per piazza Nardò che dista appena 100 metri. Scarsamente utilizzato negli anni scorsi, proprio perché incluso nelle zone a sosta tariffata, il parcheggio dovrebbe finalmente svolgere la sua funzione e attirare gli automobilisti verso l’area.
Dal parcheggio di scambio di Posto di Blocco (l’accesso è previsto da via Luigi Tarricone) partono invece due minibus navetta che effettuano servizio serale continuativo dalle ore 20:00 alle 1:00: il primo collega la marina di Santa Caterina con il parcheggio in soli 5 minuti (10 minuti in tutto per completare il giro risalendo da via Pietro Micca) mentre il secondo minibus collega sia Santa Caterina che Santa Maria al Bagno ogni 20 minuti. Entrambe le navette percorrono Strada Torre Santa Caterina e si attestano nell’area riservata posta proprio sopra la spiaggetta all’incrocio con via Fumarola, che nei propositi dell’amministrazione comunale diventerà un vero e proprio “hub” della mobilità sostenibile. La navetta per Santa Maria al Bagno prosegue lungo la litoranea fino alla fermata di via Emanuele Filiberto per poi risalire verso Posto di Blocco da Vacanze Serene. Si tratta di un servizio completamente gratuito per l’utenza, che potrà quindi liberamente scegliere se pagare per la sosta sulle strisce blu oppure utilizzare uno dei due parcheggi scambiatori per poi muoversi senza stress a bordo delle navette lungo tutta l’area servita. Anche chi giunge o risiede a Santa Maria al Bagno potrà quindi dirigersi verso Santa Caterina senza prendere la propria auto. È al vaglio, peraltro, la possibilità di individuare fermate aggiuntive per i residenti di zone come Vacanze Serene o Torre Santa Caterina.
L’obiettivo generale, come detto, è liberare dal traffico e dallo smog il centro delle due marine, a beneficio dei residenti e di tutti coloro che le frequentano, offrendo nello stesso tempo un’alternativa comoda come le navette. Alternativa presente anche durante le ore diurne grazie all’autolinea Nardò-Santa Caterina-Santa Maria al Bagno che è partita con il nuovo orario estivo lo scorso 15 giugno e che sarà soggetta a modifiche migliorative per quanto riguarda orari e percorsi. Si tratta di un “sistema di mobilità” più che di singole iniziative slegate e in contraddizione tra loro. In questo senso le strisce blu diventano un elemento imprescindibile per favorire ed abituare cittadini e turisti a forme di mobilità sostenibile attraverso l’uso combinato di più modi (auto, trasporto pubblico, park&ride, spostamenti a piedi).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

cinque × 4 =