Mellone se ci sei batti una….risposta!

0
122

Il Sindaco Mellone come è ormai arcinoto rifugge ogni confronto. Si concede solo sulla sua bacheca fb o tuttalpiù si esibisce in monologhi sui siti a lui amici. Ha promesso che non parlerà sull’affido della gestione dei campetti di via Kennedy. Sarebbe troppo imbarazzante per lui dare spiegazioni di una vicenda vergognosa. Ma noi continuiamo a porre domande a lui e ai suoi assessori, ai suoi consiglieri. E prima o poi qualcuno dovrà rispondere. I neretini hanno il diritto di essere informati. La domanda che poniamo, per il momento, è la seguente : ma i campetti sono funzionanti? Argomentiamo. La gestione dell’impianto sportivo di via Kennedy è stata affidata dalla giunta Mellone “motu propriu” all’associazione ludico-ricreativa “ in viaggio con momì . Non sappiamo se la convenzione tra Comune e associazione sia stata firmata e quindi abbia valore legale. Nessuna informazione è stata data dal Sindaco e suoi comunicatori, eppure ne ha tanti ben pagati da noi neretini. Sulle mura di recinzione di ingresso all’impianto nessun logo, orari o altro. Eppure da giorni nel pomeriggio si svolgono gli allenamenti di quella che pensiamo sia una scuola calcio. Terminati i quali i campetti vengono chiusi. Una apertura di poche ore. Le “carte” dicono ben altro. La convenzione predisposta dagli uffici competenti recita all’art. 6 –orario di apertura e chiusura dell’impianto: “ per il funzionamento dell’impianto il concessionario si obbliga ad osservare il seguente orario di apertura sia nei giorni festivi che in quelli feriali. Dal 31 ottobre al 30 aprile dalle ore 7,30 alle 13,00 e dalle ore 14,30 alle 22,30…………………..il presente orario potrà subire delle variazioni………….previa deliberazione della giunta”. All’art.12-penalità . “ mancato rispetto dell’orario di apertura e chiusura : euro 100.00 per ogni accertamento”. Se la convenzione è stata sottoscritta è evidente che vi siano palesi inadempienze. Inadempienze che si registrano anche allorquando mercoledì 06 marzo i campetti vengono aperti alle ore 15.00 da persona estranea all’associazione che ha in gestione l’impianto e alla quale le chiavi erano state fornite, a suo dire, dai gestori senza che alcun rappresentante dell’associazione fosse in sede. Fatto inusuale e a nostro parere molto grave. Chi deve controllare che il contratto venga rispettato ha svolto e svolge regolari controlli? Ci potrebbe essere la possibilità che la convenzione non sia stata ancora firmata da Comune e associazione “ in viaggio con Momì”. In questo caso però la Determinazione n. 135 del 25/02/2019 a firma del Dirigente Dott. Gabriele Falco al punto 4 dice : “ di invitare il legale a sottoscrivere la convenzione di affidamento, previa produzione di tutta la documentazione prevista, stabilendo nelle more alla consegna provvisoria dell’impianto al fine di garantire la sola custodia dell’impianto ma senza la possibilità di utilizzo”. Quindi chi ha autorizzato lo svolgimento degli allenamenti ovvero “l’utilizzo” dell’impianto espressamente proibito? In un caso o nell’altro ci sembra che vi siano incongruenze. Il Sindaco Mellone e il Dirigente Falco devono dare risposte. Non possono far finta di niente. Noi glielo ricorderemo. E prima o poi dovranno rispondere. Non dimentichi Mellone che parlando della gestione della parrocchia S. Maria degli Angeli parlò di gestione opaca………. “opaca” è sicuramente la sua amministrazione.

Centro studi “ Salento Nuovo”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

diciotto + dieci =