SIAMO SUL VELOCISSIMO TRENO PUGLIESE

0
139

È più che positivo il bilancio dell’assessore al Turismo Giulia Puglia che in questi giorni ha presentato alla Borsa Internazionale del Turismo di Milano peculiarità e bellezze del territorio neretino. Oltre agli aspetti istituzionali, con i rapporti intrecciati e rinnovati con la Regione Puglia e tutti gli altri enti, la visita alla Bit è servita a offrire la proposta sempre più destagionalizzata della città e a capire tendenze e orientamenti di viaggio.
“In una regione che sta facendo il pieno dal punto di vista turistico – dice Giulia Puglia – Nardò è salita a tutti gli effetti su un treno che sembra andare a velocità molto sostenuta. Abbiamo portato a Milano una città e un territorio vivaci, che stanno puntando molto sul marketing, che stanno facendo scelte coraggiose, che vogliono “stare aperti tutto l’anno”, che rispecchiano l’anima di questa Puglia che con i suoi 15 milioni di turisti nel 2018 è sempre più lanciata sul mercato mondiale. Ho avviato un confronto che riguarda itinerari possibili tra i comuni delle province di Lecce, Brindisi e Taranto sui temi del tarantismo, della cultura e dell’enogastronomia, che potrebbe avere presto risvolti concreti. Ho parlato con tour operator e giornalisti di settore, comprendendo meglio quali sono da una prospettiva esterna i nostri punti di forza (mare, cucina, identità) e quali invece le cose su cui lavorare (servizi, trasporti, abusivi). In generale, ho riscontrato molta curiosità e interesse per la nostra città, che come tutte le città pugliesi attrae molto per il contesto naturale e per la presenza delle masserie, vero e proprio simbolo magnetico della nostra regione.
Sono convinta, oggi più che alla partenza per Milano, che stare alla Borsa Internazionale del Turismo – conclude – sia infinitamente utile, perché è una opportunità importante e perché serve anche a capire in che direzione sta andando il turismo, quali sono le tendenze e gli orientamenti di chi viaggia e quindi, conseguentemente, come calibrare meglio la nostra offerta”.

Uff. Stampa Comune di Nardò

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

3 × quattro =